Skiribilla

RSS
nipresa:
Ma chi ha pensato così si è sbagliato. Adam Wild è un personaggio dai contorni classici, dalla caratterizzazione rassicurante (il tipico eroe ribelle e solitario), che si muove in luoghi selvaggi e storici vicini a quelli dei cinema d’avventura degli anni Cinquanta e Sessanta, e lontani dall’idea di fumetto d’azione che ha il pubblico giovane. Wild è per molti aspetti avvicinabile a Mister No, ha il suo stesso fascino anarchico e solitario; è un uomo di principi – sani e estremamente umani – ma che rispetta e fa rispettare senza alcun compromesso, senza pietà per chi, per primo, di pietà non ne dimostra. (via Adam Wild: il fumetto d’avventura moderno secondo Gianfranco Manfredi | Fumettologica)
Adam Wild spacca (e per ora ha la migliore entrata in scena mai vista per un personaggio Bonelli)

nipresa:

Ma chi ha pensato così si è sbagliato. Adam Wild è un personaggio dai contorni classici, dalla caratterizzazione rassicurante (il tipico eroe ribelle e solitario), che si muove in luoghi selvaggi e storici vicini a quelli dei cinema d’avventura degli anni Cinquanta e Sessanta, e lontani dall’idea di fumetto d’azione che ha il pubblico giovane. Wild è per molti aspetti avvicinabile a Mister No, ha il suo stesso fascino anarchico e solitario; è un uomo di principi – sani e estremamente umani – ma che rispetta e fa rispettare senza alcun compromesso, senza pietà per chi, per primo, di pietà non ne dimostra. (via Adam Wild: il fumetto d’avventura moderno secondo Gianfranco Manfredi | Fumettologica)

Adam Wild spacca (e per ora ha la migliore entrata in scena mai vista per un personaggio Bonelli)

/\

/\

devitalizart: #inktober #day11 #rocketraccoon

devitalizart: #inktober #day11 #rocketraccoon

musicadigitale:

L’Orchestra Sinfonica di Barcellona ringrazia il suo pubblico con un regalo unico

Erano stati invitati per un’intervista sul loro amore per la musica, in occasione dei 70 anni dell’Orchestra Sinfonica di Barcellona, e alcuni abbonati hanno accettato di rispondere a qualche domanda.

Quello che non potevano prevedere era che, anche se il compleanno era dell’Orchestra, il regalo sarebbe stato per loro.

Due cose da fare prima di vedere questo video:

  • Abilitare i sottotitoli, se non si avviano in automatico
  • Preparare i fazzoletti

Le grandi orchestre non sono nuove alle campagne virali: l’Orchestra Filarmonica di Berlino ne aveva organizzata una bellissima con le foto degli strumenti orchestrali visti dall’interno.

Ma qui siamo a un livello successivo, direi.

Buona visione.

marcobonatti: Cosi che cavalcano Cose
Numero 5 Altra Serie

marcobonatti: Cosi che cavalcano Cose

Numero 5 Altra Serie

C’era una volta #5 - il P.

C’era una volta #5 - il P.

SON TUTTE EBOLE LE MAMME DEL MONDO

kon-igi:  

Care mamme italiane, 

i vostri bambini e le vostre bambine che si accingono a fare un viaggio all’estero o che fanno gli schiavi in una fotocopisteria a Berlino o che tengono le chiappe al sicuro dietro a un portone del quartiere latino, insomma gli amati frutti dei vostri lombi, sono al sicuro.

O meglio.

Sono al sicuro tanto quanto lo è l’abitudine a trombare senza un condom, a calarsi dell’MDMA o a rantolare in coma etilico in un fosso tutti bagnati che gli mancava un rene.

Questo post nasce dall’esigenza di rispondere ai 75 garbati ask che inviatimi tra ieri pomeriggio e questa mattina variavano da 'Ma facciamo l'ipotesi che un amico negro di mio cugino…' a 'Ieri sera ho sentito mio figlio che vomitava sangue.' e che mi hanno fatto decidere di fare un post schematico-riepilogativo in merito.

  • EBOLA. Non è un batterio ma un virus, quindi niente antibiotici, se non per controllare infezioni batteriche secondarie.

  • QUANDO È STATO SCOPERTO. Negli anni ‘70 e da quella data ci sono stati parecchi focolai, sempre tenuti sotto controllo e circoscritti.

  • DOVE. In passato in Sudan (1976),Uganda (2000) e Congo (2003), ora in Sierra leone, Guinea e Liberia.



  • TRASMISSIONE. Non per via aerea. Ma solo con fluidi corporei (sangue, urine, sperma, saliva e sudore) di una persona in fase emorragica. Un nuovo ceppo mortale al 100% si trasmette anche via internet attraverso la lettura di post sgrammaticati e fascioleghisti sull’argomento.

  • MORTALITÀ. Attenzione a comprendere bene il concetto di mortalità: dal momento che un’infezione non è un’equazione matematica risolvibile a priori, il tasso di mortalità dipende da due dati incrociati (il numero di casi di contagio e il numero di sopravvissuti) ma se consideriamo che tutti i casi si sono avuti nel continente africano, dove la scarsità di attrezzature da terapia intensiva è elevata, capiamo che in realtà l’infezione da Ebola Virus è meno mortale di quel 95% che ogni tanto vediamo citare in giro.

  • CURA. Terapia intensiva con ossigeno, perfusione di liquidi e nutrienti e terapia farmacologica di supporto (corticosteroidi, antiemorragici, antibiotici per le complicanze).

  • VACCINO. Non c’è, per il momento. O meglio c’è, ma lo stanno sperimentando e sarà disponibile nei primi mesi del 2015 ma non correte a prenotarlo in farmacia.
    Esiste un siero (che non è un vaccino) sulla cui efficacia Spaam ha dato un’ottima spiegazione.

  • PREVENZIONE. Evitare di andare in Sierra Leone a leccare cadaveri insanguinati.
    Tutte gli europei e gli americani contagiati erano personale sanitario (o missionari o cameraman) che sono stati in Africa nelle zone ad alto rischio o a contatto stretto con persone che mostravano i segni di febbre emorragica.

Con questo spero di aver aiutato tutti i figli di Adamo e le figlie di Eva, uccisi quotidianamente dalle preoccupazioni dei loro parenti, che spero torneranno a consigliare sciarpe di lana e di non perdere mai di vista il bicchiere nelle discoteche.

(riconoscente per vostro eventuale reblog di servizio)

Oct 9
Jean Jullien

Jean Jullien

Oct 9

Ho notato che davanti a fatti incresciosi di lieve, media e persino grave entità, c’è sempre qualcuno pronto a colpevolizzare la vittima, a darle un po’ di responsabilità. Colpa tua che: l’avevi lasciato incustodito, avevi così tanti contanti appresso, avevi il portafoglio in tasca e non in borsa, avevi la borsa dietro e non davanti, avevi la macchina fotografica al collo, indossavi la minigonna, hai preso un drink da uno sconosciuto, hai continuato a starci insieme anche se ti picchiava, hai voluto limonare per strada anche se sei omosessuale, sei andato ad una manifestazione a Genova, etcetera. Il loro, dicono, non è giustificare il colpevole: è un appello al buon senso.
Credo che queste persone siano spaventate dalle cose brutte della vita e per allontanarle preferiscono pensare che queste cose accadano solo a chi non sta attento, a chi non prende precauzioni, a chi non usa il buon senso. È un modo come un altro per pensare che a loro queste cose non accadranno mai.
È un modo come un altro per perdonare il colpevole, perché se la vittima ha un po’ di colpa, il colpevole ne ha un po’ meno. Il mondo non lo si migliora evitando le cose cattive ed appellandosi al buon senso. Il mondo lo si migliora combattendo le cose cattive. Il buon senso genera i mostri.

- il vecchio tiresia su facebok (via lalumacavevatrecorna)

Oct 9
  c’era una volta #12 - il P.

  c’era una volta #12 - il P.

Oct 9
marcobonatti: Cosi che cavalcano Cose
Raduno Nazionale

marcobonatti: Cosi che cavalcano Cose

Raduno Nazionale

Oct 9
devitalizart: Giovedì, giorno di oroscopi! (Enomditechenonloleggeteperchélofate) #inktober #day9

devitalizart: Giovedì, giorno di oroscopi! (Enomditechenonloleggeteperchélofate) #inktober #day9

Oct 9
Flaviano Armentaro

Flaviano Armentaro

Oct 9
excuse me sir, do you have a moment to talk about shub-niggurath?
Federico Tram

excuse me sir, do you have a moment to talk about shub-niggurath?

Federico Tram